Mar11122018

Ultimo aggiornamento05:40:35 PM

Back Sei qui: Home Fatti Arrestato attore Alberto Gimignani

Fatti

Arrestato attore Alberto Gimignani

arrestato gimignani
ll suo volto è legato ad alcune delle più celebri serie televisive italiane, dal Commissario Rex a Distretto di Polizia. Questa volta, però, Alberto Gimignani deve fare i conti con la giustizia vera, fatta di carcere e tribunali. Mercoledì mattina l'attore toscano si è presentato spontaneamente ai carabinieri di Roma, a due settimane esatte dall'ordinanza di arresto che pendeva sul suo capo. Le accuse che gli vengono contestate dal gip, Massimo Di Lauro, vanno dal furto alla ricettazione.
 
Sbloccava iPhone rubati 
Quella dell'attore, infatti, sembra non fosse l'unica attività del 54enne accusato dal pm della Dda Tiziana Cugini e dal procuratore aggiunto Giancarlo Capaldo di essere l'informatico di una banda di stranieri che rubava telefonini, tablet e apparecchi elettronici ai turisti in vacanza nella Capitale. Secondo quanto accertato dall'indagine dei carabinieri denominata "Apple", gli iPhone di nuova generazione finivano nel laboratorio nascosto dello stesso Gimignani che, sfruttando le sue conoscenze tecniche, riusciva a renderli irrintracciabili scaricando da internet alcuni codici che sbloccavano gli apparecchi. I telefonini venivano poi rivenduti in parte nel mercato di Porta Portese ed in parte in Nord Africa. Il giro d'affari generato dal sodalizio criminale era di circa 60.000 euro al mese, ma all'attore finivano solo le briciole, circa 30-40 euro per ogni smartphone sbloccato. L'indagine ha portato, il 9 luglio scorso, all'arresto di 13 persone e ad altre 5 misure cautelari da parte del gip.
 
Incastrato da intercettazioni e perquisizione in casa 
Ad incastrare Gimignani - che nel suo curriculum vanta collaborazioni anche con Pupi Avati, Gabriele Muccino ed Ettore Scola - sono state alcune intercettazioni ed una perquisizione nella sua casa di Trastevere. Qui i carabinieri della compagnia Roma Centro hanno scoperto una sorta di laboratorio, con decine di codici identificativi di cellulari archiviati sul suo computer. Al momento dell'emissione dell'ordinanza di arresto l'attore si trovava ad Hollywood, impegnato a girare un piccolo film autoprodotto. Ieri lo sbarco a Roma e la visita, insieme con il suo avvocato, alla caserma dei carabinieri che lo hanno arrestato e portato nel carcere di Regina Coeli. Nei prossimi giorni Gimignani dovrà essere sentito nell'interrogatorio di garanzia. Per lui si prospetta il giudizio immediato. (Ansa)