Mer12082020

Ultimo aggiornamento02:33:41 PM

News:

Back Sei qui: Home Diritti Giustizia: conto alla rovescia per il personale amministrativo

Diritti e Doveri

Giustizia: conto alla rovescia per il personale amministrativo

tribunale
Per lanciare un ultimo, disperato appello al Governo contro il blocco ventennale degli stipendi e delle carriere e per la configurazione del nuovo ordinamento professionale, sono scesi in piazza, davanti a Palazzo Montecitorio, i Comitati dei lavoratori della Giustizia di tutta Italia, affiancati dalla CISAL FCP e sostenuti dall’Associazione Nazionale Magistrati, rappresentata da Giacomo Ebner dell’ANM Lazio. “A rendere ancora più urgenti le rivendicazioni dei dipendenti della Giustizia, la minaccia di un imminente bando per la mobilità in entrata di oltre 1.100 dipendenti provenienti da altre amministrazioni e di altrettante nuove assunzioni” ha spiegato Clelia delle Curti, del Comitato di Frosinone. “Chiediamo con una legge la nostra progressione di carriera e la riscrittura dell’ordinamento professionale - ha dichiarato Luca Bellini, promotore del Comitato Giustizia di Roma –. Il che consentirebbe anche di fornire un servizio migliore a cittadini e magistrati”. ”Il Nuovo Ordinamento professionale – ha aggiunto Paola Saraceni, Segretario Generale del Dipartimento Ministeri, Presidenza del Consiglio, Sicurezza di CISAL FCP – è la premessa imprescindibile di ogni riforma della Giustizia, che deve essere finanziata con le risorse provenienti dalla grande evasione fiscale e dal Fondo Unico Giustizia”.