Sab19082017

Ultimo aggiornamento12:38:54 AM

Back Sei qui: Home Cibo & Benessere Se il cibo fa male

Cibo & Benessere

Se il cibo fa male

frigorifero apertojpg
Quando il cibo fa male, i sintomi più diffusi sono nausea, eruzioni cutanee, prurito, gonfiore, febbre. Una volta che ci si sente meglio, è una buona idea capire le cause più comuni  di questo malessere ed evitare in futuro le malattie da cibo.
 
Intossicazione alimentare
I medici ne parlano in quanto malattie a trasmissione alimentare, perché non è il cibo in se stesso a fare male. Invece, sono batteri, virus o parassita che possono contaminare il cibo. 
 
I sintomi più comuni di intossicazione alimentare sono nausea, vomito e diarrea. La gente di solito si sente meglio in due o tre giorni, ma alcuni casi sono più gravi ed  è opportuno consultare il medico.
 
Gli agenti patogeni possono contaminare il cibo dove viene coltivato, trasformato o preparato in un ristorante, e problemi possono anche iniziare nella vostra cucina. Questi passaggi possono aiutare a evitare la contaminazione degli alimenti:
 
• Lavarsi le mani prima di iniziare a preparare il cibo.
 
• Lavare le mani, utensili e taglieri dopo aver avuto contatto con carne cruda o pollame.
 
• Lavare frutta e verdura fresca in acqua corrente, anche se avete intenzione di sbucciarle.
 
• Non mangiare carne poco cotta, o uova crude o poco cotte.
 
• Gli avanzi in frigorifero vanno consumati entro due ore.
 
 
Intolleranze alimentari
Latte, mele, fragole, pomodori, banane sono alcuni alimenti che tipicamente provocano intolleranze alimentari, detta anche sensibilità alimentare. Essa si verifica quando qualcosa in un alimento irrita il vostro sistema digestivo o quando non è possibile digerire il cibo correttamente. Ad esempio, le persone con intolleranza al lattosio sono sensibili al latte perché non hanno l'enzima per digerire il lattosio, lo zucchero del latte.
 
Le persone possono anche essere sensibili agli additivi alimentari, come il glutammato monosodico o solfiti. Sostanze naturalmente presenti, come il glutine, possono causare una sensibilità alimentare.
 
Si può avere una intolleranza alimentare, se si soffre di gas, gonfiore o crampi dopo aver mangiato un determinato cibo. Meno comunemente, intolleranza alimentare può causare nausea, vomito, mal di stomaco o diarrea. 
 
Se pensate di avere un'intolleranza alimentare, provare a tenere un diario alimentare per monitorare ciò che si mangia e quando si hanno sintomi. Una volta identificato alcuni alimenti sospetti, di eliminare uno alla volta dalla vostra dieta per vedere se i sintomi scompaiono. In alcuni casi, come l'intolleranza al lattosio, un esame medico può confermare la diagnosi.
 
Questi passaggi possono aiutare a evitare problemi con intolleranza alimentare:
 
• Evitare il cibo. Ciò significherà leggere le etichette degli alimenti e, se siete al ristorante, chiedere gli ingredienti dei pasti che ordinate.
 
• Provate a prendere un enzima digestivo prima di mangiare. Questi prodotti possono aiutare con i cibi che producono gas, come i fagioli, broccoli e altri.
 
• Per l'intolleranza al lattosio, provare a bere il latte senza lattosio o prendere pillole con l'enzima lattasi prima di bere latte normale.
 
 
Allergia alimentare
Questa condizione è molto meno comune, ma molto più grave dell'intolleranza alimentare. Succede quando il sistema immunitario reagisce ad una proteina alimentare specifica come se fosse una minaccia. Il corpo rilascia rapidamente i prodotti chimici che causano sintomi come gonfiore, orticaria, prurito, starnuti e gli occhi pieni di lacrime. Le allergie alimentari possono causare nausea, vomito e diarrea. Gli alimenti che possono causare una reazione allergica sono il latte, le uova, arachidi, noci, pesce, crostacei, soia e grano.
 
In alcuni casi, le allergie alimentari costituiscono un pericolo per la vita chiamata anafilassi. Questo accade quando la gola e le vie respiratorie della persona si restringono, il che rende difficile respirare. Le persone con questa condizione possono manifestare gonfiore della labbra, della lingua o della gola e cominciare ad ansimare. In caso di questi sintomi, chiedete assistenza medica immediata.
 
 
Se avete avuto una reazione allergica grave: 
 
• Non mangiare il cibo che ve l'ha provoca. Controllare le etichette alimentari, chiedere che cosa è contenuto nei pasti al ristorante, e assicurarsi che i vostri amici sappiano quali alimenti non potete mangiare.
 
• Indossare un braccialetto medico  o una collana che mostri alla gente che si soffre di una allergia alimentare.
 
 
Se avete avuto sintomi fastidiosi dopo aver mangiato, ma non siete sicuri del perché, è una buona idea  diagnosticare il problema rivolgendovi al vostro medico.