Mer13122017

Ultimo aggiornamento10:26:34 PM

Back Sei qui: Home Fatti Parma al centro di un dibattito sulla convivenza multireligiosa in Italia

Fatti

Parma al centro di un dibattito sulla convivenza multireligiosa in Italia

dialogo tra religioni


Secondo le stime del Dossier Statistico Immigrazione: nel periodo 1991-2014 si è passati da circa 800 mila a 5 milioni di immigrati e da 256mila a 1 milione e 626 mila musulmani (in entrambi i casi circa sei volte di più), mentre per i fedeli di religioni orientali l'aumento è stato più consistente (da 19mila a 281mila).


I risultati di questa stima non sono di supporto a chi paventa un'invasione di musulmani, che incidono su tutta la popolazione residente in Italia per il 2,7% (a livello europeo per il 4,6%).
In Emilia Romagna (534.308 cittadini stranieri residenti all'inizio del 2014) la percentuale dei cristiani scende al 45,6% (244mila persone) e quella dei musulmani sale al 40,5% (il valore più alto tra le grandi regioni italiane, pari a 216mila persone).
In ogni caso, le presenze multi religiose non devono portare alla diffidenza reciproca bensì, in uno spirito di positiva emulazione, ad accreditare la propria fede come una forza dinamica per favorire la convivenza pacifica e il progresso societario.


Di queste prospettive si occuperà il Convegno organizzato a Parma, il 4 giugno 2014 presso la Sala della Musica, sul tema "Islam e altre comunità religiose: prospettive di dialogo a Parma e in Italia", che prenderà l'avvio dalla testimonianza di un noto imprenditore musulmano, sposato a una cattolica.
Relatori al Convegno saranno la Sottosegretaria al Lavoro Franca Biondelli, cui fa riferimento a livello nazionale Il Tavolo Interreligioso costituito presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri/Dipartimento Pari Opportunità, il Sindaco, il Prefetto, il Delegato del Vescovo, diversi rappresentanti del Forum interreligioso locale (comunità bahai, buddhista, ebraica, sikh, centro islamico e consiglio delle chiese cristiane), esperti nazionali (Centro culturale islamico d'Italia, Chiesa Valdese, Unione delle chiese metodiste e valdesi, Pontificio istituto di studi arabi e d'islamistica). Delle conclusioni si farà carico l'Assessore del Comune di Parma con delega all'immigrazione.
Il sostegno scientifico all'iniziativa è stata assicurato dal Centro Studi e Ricerche IDOS/Immigrazione Dossier Statistico e dalla rivista ecumenica "Confronti", nell'ambito di un programma di sensibilizzazione al fenomeno migratorio che stanno svolgendo in Italia con il sostegno del Fondo Otto per Mille della Chiesa Valdese, Unione delle chiese metodiste e valdesi.