Gio19102017

Ultimo aggiornamento12:38:54 AM

Back Sei qui: Home Sport Fa esplodere una bomba carta: arrestato tifoso bianconero

Sport

Fa esplodere una bomba carta: arrestato tifoso bianconero

derby della Mole
La Polizia di Stato di Torino ha arrestato un tifoso bianconero per l'esplosione di una bomba carta avvenuta negli istanti precedenti l'inizio del derby della Mole tra Torino - Juventus che causò il ferimento di 11 tifosi granata.
Tale evento  determinò la violenta reazione dei tifosi del Toro e dava inizio a un fitto lancio di oggetti contundenti da parte di entrambe le tifoserie. Dalle indagini condotte dalla DIGOS della Questura di Torino, grazie alla ricostruzione di filmati registrati dal sistema di videosorveglianza interno allo stadio, nonchè dai video effettuati dagli operatori della Polizia Scientifica, si è ricostruita la dinamica del lancio  e il probabile luogo di partenza, individuato nella parte mediana del settore occupato dalla tifoseria bianconera. I successivi approfondimenti sul soggetto consentivano di raccogliere elementi indiziari di rilevante importanza circa la sua partecipazione attiva all'azione delittuosa del lancio della bomba carta.
 
Il soggetto, individuato come ultrà non riconducibile ad alcun gruppo organizzato della tifoseria bianconera, era entrato allo stadio sottraendosi agli stretti controlli degli addetti alla sicurezza. In seguito le indagini consentivano di meglio delineare il profilo criminale di S.G.E., e la sua eccessiva propensioni in azioni violente, propensione condivisa con altri soggetti, le cui condotte sono in fase di valutazione. È emerso che il gruppo opera in modo autonomo, svincolato dalle logiche proprie della tifoseria organizzata e per tale motivo capace di azioni sconsiderate e violente.
 
Le analisi investigative hanno consentito di recuperare numerose immagini in cui S.G.E., assieme ai suoi più stretti sodali, si lascia immortalare con armi da taglio e con bombe carta del medesimo  tipo di quella esplosa in occasione del derby.
Inoltre è stato rilevato che il gruppo in questione si stava organizzando per azioni violente da perpetrare nella trasferta di campionato successiva al derby. 
Sono ancora in corso le indagini volte ad individuare altri responsabili dell'azione delittuosa del lancio della bomba carta.