Mer20092017

Ultimo aggiornamento12:38:54 AM

Back Sei qui: Home Roma San Paolo: "signorine svestite", situazione insostenibile

Roma e provincia

San Paolo: "signorine svestite", situazione insostenibile

prostituzione san paolo
“La situazione della prostituzione su strada tra San Paolo e Marconi è divenuta oramai insostenibile. Ci chiediamo se Catarci abbia provveduto a costruire una zona franca senza avvisare nessuno. Le prostitute stazionano senza alcun ritegno anche davanti ai portoni della cittadinanza e nel quartiere si ha ormai paura a tornare nelle abitazioni dopo il tramonto; e questo avviene ogni giorno tra senso di disgusto e paura. Marino e Catarci dove sono?” così in una nota Augusto Santori del comitato DifendiAMO ROMA e Claudio De Santis del comitato L’Ostiense.
 
“Si tratta di signorine, molto spesso seguite a vista dai propri magnaccia, che si aggirano svestite in strada, di automobilisti che rallentano e si fermano in punti evidentemente pericolosi per la circolazione,  di rapporti sessuali consumati nei giardinetti all’angolo tra viale Marconi e Via Valco San Paolo, se non all’interno dei condomini e sotto le abitazioni. Qui si tratta di tutelare la quotidianità dei residenti e la loro sicurezza, la possibilità di rientrare a casa senza dover subire l’umiliazione e la paura di avere a che fare con spettacoli di questo genere. Ci chiediamo dove siano le Istituzioni, in un territorio che ogni giorno mostra disagio e degrado, che oltre ad ascoltare la vergogna della mafia capitale vorrebbe anche un intervento urgente e concreto sul proprio territorio da parte delle Istituzioni”, concludono Santori e De Santis.