Sab23062018

Ultimo aggiornamento11:19:59 AM

Back Sei qui: Home Ambiente “Georischi, li (ri)conosco, mi difendo”

Ambiente

“Georischi, li (ri)conosco, mi difendo”

georischi
Per la prima volta i geologi scenderanno nelle piazze per parlare direttamente con i cittadini. Il 6 settembre, infatti, sarà la giornata Nazionale sui Georischi, indetta dal Consiglio Nazionale dei Geologi in collaborazione con gli ordini regionali. E anche l’Ordine dei Geologi del Lazio, guidato dal presidente Roberto Troncarelli, sarà presente a Roma con due appuntamenti molto attesi. “La mattina - annuncia il coordinatore della Commissione di Protezione Civile dell’Ordine dei Geologi del Lazio, Marina Fabbri - dalle 9:30 alle 13 saremo tutti a Piazza San Silvestro, dove attraverso carte tematiche e proiezioni multimediali, esperti geologi illustreranno i principali rischi della città di Roma”. I cittadini, quindi, potranno verificare e conoscere l’eventuale presenza di rischi geologici nel territorio in cui vivono. “Ci sarà inoltre la possibilità di vedere da vicino alcuni degli strumenti di indagine e di studio utilizzati dai geologi”, precisa ancora Marina Fabbri. Nel Lazio la manifestazione è stata organizzata in collaborazione con l’Ufficio Extradipartimentale della Protezione Civile di Roma Capitale. “Una delle fondamentali funzioni istituzionali della Protezione Civile - sottolinea il Direttore Cristina D’Angelo - è quella di informare i cittadini sui rischi naturali e antropici presenti sul nostro territorio, provvedendo al contempo a fornire norme e buone pratiche comportamentali al fine di ridurre il rischio in caso di evento”. 
 
Da segnalare come l’iniziativa “Georischi, li (ri)conosco, mi difendo” abbia ricevuto il patrocinio dell’ISPRA - Servizio Geologico d’Italia, che metterà a disposizione strumentazione e personale qualificato per rispondere alle domande dei cittadini. Saranno poi disponibili tutte le informazioni su eventi franosi e sprofondamenti recentemente accaduti nella Città Eterna. Verrà effettuata, sempre dall’ISPRA, la dimostrazione dell’uso di uno strumento, il “georadar”, per l’individuazione di anomalie nella struttura del sottosuolo. Anche Roma Capitale e l’INSFO - Istituto Nazionale Superiore Formazione Operativa hanno fornito il loro patrocinio alla manifestazione. “Si tratta di un’importante iniziativa - afferma il Consigliere Nazionale dei Geologi, Eugenio Di Loreto - che vuole stimolare la diffusione della consapevolezza dei rischi geologici esistenti in un territorio geologicamente fragile come quello italiano. Infatti, è attraverso la conoscenza delle cause dei fenomeni naturali e di quali possibilità abbiamo di difenderci, che possiamo diffondere la cultura della prevenzione e della mitigazione del rischio. “Nel pomeriggio dalla 17 alle 19:30 la giornata proseguirà alla Casa della Cultura di Villa De Sanctis, in Via Casilina 665. “Qui - chiosa Marina Fabbri - si svolgerà un interessante incontro, dove verranno analizzate le problematiche del sottosuolo del V Municipio”.