Dom24012021

Ultimo aggiornamento02:43:00 PM

News:

Back Sei qui: Home Fatti Preventivi di prestito per stranieri: una società che cambia

Fatti

Preventivi di prestito per stranieri: una società che cambia

prestiti stranieri
La questione dell’immigrazione è sulle prime pagine dei giornali, ma forse possiamo dire che lo è sempre stato. Da quando noi italiani siamo emigrati in America e in altre parti del mondo, la ruota dell’immigrazione sembra girare, facendo passare diverse etnie all’interno di questa vicissitudine.
  
Sono queste le prerogative per parlare delle tipologie di prestito che sono nate e pensate appositamente per gli immigrati. Può sembrare una discriminazione ma invece questa necessità nasce da una semplice questione burocratica e di mercato: rispondere alle domande di prestito di colf o badanti, lavoratori dipendenti o in proprio che sono cittadini stranieri.
 
Un esempio ci è fornito dal sito preventividiprestito.com che, nella sezione dedicata ai preventivi di prestito per stranieri, fornisce le informazioni basilari per poter valutare se è possibile richiedere un prestito per un progetto da parte di cittadini stranieri oppure se, purtroppo, occorrono delle garanzie che non si possono dare. Molto spesso i prestiti non vengono erogati perché, semplicemente, non è mai stata fatta una richiesta di prestito prima di quel momento. Un sistema usato dagli istituti di credito per valutare la credibilità di un individuo, è monitorare qual è la sua situazione finanziaria: se l’individuo ha avuto già dei prestiti che non ha mai ripagato, è naturale che sorgano delle difficoltà nell’erogazione di altro denaro; ma se questo individuo non ha mai fatto richiesta di prestiti perché non ne ha avuto bisogno, non sarà censito e quindi mancano i termini della valutazione.
 
Altra cosa che potrebbe bloccare i cittadini stranieri nella richiesta di un prestito è il pericolo di segnalazione alla centrale rischi. Tutti sappiamo che la centrale rischi racchiude diverse informazioni, fra le quali può connotare un cittadino come cattivo pagatore sulla base di vecchi prestiti mai ripagati. Tuttavia è bene ricordare che attraverso la richiesta di un preventivo non si firma nessun impegno, si chiede solamente una simulazione di quelle che potrebbero essere le rate sulla base dell’importo richiesto. Anche questo è un segnale della società che cambia, la quale dovrebbe assumere sempre più un carattere di comunità dando valore alle iniziative buone e penalizzando quelle controproducenti, da qualsiasi parte arrivino.
 
Alla base di tutto ci deve essere sempre e comunque una buona informazione e il web da questo punto di vista ci aiuta. Un cittadino informato, che sia straniero o meno, avrà tutti i mezzi per elaborare quella che sarà la soluzione che più si adatta alle sue esigenze. Un cittadino poco informato potrà ricadere più facilmente in cose spiacevoli.
Susanna Sierro