Ven10072020

Ultimo aggiornamento11:51:16 AM

News:

Back Sei qui: Home Cultura Blu di cielo

Cultura

Blu di cielo

Kandinsky-Cielo-Blu
 
Vasilij Kandinskyij un artista con la musica nei colori.
 
365 giorni, stanno per terminare i 365 lunghissimi giorni di quest'anno vecchio che ci sta per lasciare, quindi insieme a Mario e agli altri amici del bar dell'arte vorrei cogliere l'occasione per ringraziare i lettori di free-news.it, la redazione e il direttore Francesca Angela D'Atri per la simpatia e la fiducia con la quale mi state accompagnando in questa fantastica avventura artistica, voglio augurarvi dal profondo del cuore un 2016 sereno, un nuovo anno decisamente sereno mi sembra il desiderio migliore, purtroppo tutto lascia intravedere il contrario, ogni anno vorremmo fosse migliore e invece...bla, bla, bla..
 
Eppure dopo ogni temporale nasce l'arcobaleno, dopo ogni Inverno ritorna la Primavera, dopo ogni buia notte si riaccende la luce del nuovo giorno, ecco io dico che questa nostra umanità con i piedi poggiati su questa meravigliosa terra dopo secoli di nefandezze deve avere finalmente un periodo di serenità, per questo voglio augurare a tutti voi più di ogni altra cosa un sereno anno nuovo, buon 2016!
Volevo terminare quest'ultimo appuntamento nel 2015 con De Chirico, mi perdonerà l'amica che me lo aveva richiesto ma ho cambiato idea o meglio sono state Bice e Alice a suggerirmi l'artista e l'opera per quest'ultimo appuntamento di fine d'anno.
 
- Walter per festeggiare la fine di questo 2015 ci vuole un artista frizzante con   con le bollicine dai colori allegri di felicità!!!
Mi hanno detto le terribili ragazze....Mhh, come non potevo accontentarle!
Ecco a voi Signore e Signori Vasilij Kandinskij e l'opera che andrò a descrivere sarà " Blu di cielo" un olio su tela del 1940 nel formato 100X73.
 
Sapete che penso? che nelle vene di Kandinskyij insieme al sangue dovevano scorrere note musicali e già, do, re, si, fa, sol, musica, musica, vibrazioni, dolci melodie, ritmo, sound, musica che entra nella testa, nel cuore, dal profondo dell'anima con il piede batti il tempo e con gli occhi materializzi le atmosfere sonore. Kandinskyij da bambino  è stato educato all'arte della  musica poi da grande il destino e la consuetudine ne faranno esperto di diritto ed economia, ma se nelle vene scorre linfa d'artista nessuno può fermare il sacro fuoco dell'arte che a Kandinskyij gli fece lasciare libri e scartoffie per prendere in mano colori e pennelli, nell'artista c'è un mix di vibrazioni, le sue opere è musica a colori, danza di forme astratte colorate con delicatezza, la musica è armonia di movimenti, la pittura ne trasmette le emozioni attraverso la materia.
 
Nonostante il periodo storico nel quale vive Kandinskyij è tetro  nelle sue opere c'è tanta fantasia quasi fanciullesca, come ad esorcizzare la terribile società del tempo, era il 1940 quando realizzò "Blu di cielo" nell'aria echeggiavano i tamburi di guerra eppure trovò l'energia e la fantasia per realizzare quest'opera nella quale non vi era il dramma di quei tempi ma un cielo azzurro dove volteggiavano forme astratte a tinte pastello ballando sulle note di una musica interiore, sembra che esse siano state forme biologiche, a me invece piace immaginarle come altro, stò ascoltando il blues di Pino Daniele, e vedo un cielo celestiale con delle soffici nuvole bianche sui bordi, vedo due tartarughe che fanno le capriole, un cavallo a dondolo rosso che dondola, una farfalla dalla coda piumata, un pesce che peccato non sia giallo perchè mi avrebbe ricordato "Yellow submarine", una medusa che sale luminosa e fluttuante verso l'alto, e poi un uccello dalla cresta elegante verde pisello, e poi un moderno pavone che mostra sulla scena della fantasia la sua ruota mille colori e poi ancora tantissimi coriandoli multi colorati sparsi per il cielo blu, mai una tinta forte, audace, aggressiva, no è tutta poesia l'ultimo gesto di normalità sullo sfondo della guerra imminente.
 
-Ma io vedo pure un dinosauro, una biscia che fischia, e un elicottero!
Beh, mi sembra giusto, anche Tommaso il ragazzino che insieme alla sua mamma sta prendendo la pizzetta da portare a scuola, potrebbe avere ragione, nel cielo blu di Kandinskyij, ognuno con la propria immaginazione può vedere tutto un universo.
Bene anche per oggi ho terminato, nel bar tutti sono distratti, c'è chi parla a voce alta chi ride, chi pensa a farsi bella per l'ultimo giorno dell'anno, vi rinnovo a nome di tutti gli auguri per il nuovo anno e vi aspetto al prossimo artista, Walter Fest anche per oggi vi dice ciaooooauguri!!