Sab25112017

Ultimo aggiornamento08:21:20 AM

Back Sei qui: Home Roma Ginnika 2017, il più grande festival nazionale di sneakers

Roma e provincia

Ginnika 2017, il più grande festival nazionale di sneakers

ginnika 1

Dieci e undici giugno, l'ex dogana di Roma ha fatto da cornice a Ginnika2017; e non solo. Padrino inaugurale di questi due giorni è stato James Lavelle, venerdì sera. Mente creativa del progetto U.N.K.L.E, nonché fondatore dell'etichetta MoWax, Lavelle è stato accompagnato dalla crew romana Rock'n Yolk. Questa quarta edizione del festival ha visto grandi novità come la mostra esclusiva per omaggiare i 100anni della scarpa da ginnastica. Questo speciale compleanno ha visto esposti oltre 500 pezzi rari e da collezione, con un omaggio a Michael Jordan e ad Hall of Fame degli NBA anni Settanta e Ottanta.

All'interno dell'expo Ginnika2017 è stato ricreato,infatti, un suggestivo spogliatoio dove sono state messe in mostra scarpe, canotte, cimeli ed accessori dei vari giocatori più iconici del periodo 70\80. Cultori e curiosi hanno potuto ammirare sneakers che vanno dalla De Simone chiodata del 1938 alle killshot del 1985. Fondamentale anche la partecipazione del writer Stash e di Simon Bowden fondatore del marchio crep protect e partner ufficiale della manifestazione. Stash rappresentante degli anni 80, Lavelle dei 90 e Bodwen del 2000 hanno tenuto un'affascinante conferenza sabato pomeriggio su tutto ciò che ruota attorno alla scarpa da ginnastica; evoluzione di moda e costume nel corso degli anni. Tutta italiana invece, la conferenza di domenica 11 con Sisti rappresentante degli anni 60, Nomuri degli anni 70\80 e Ballante dei 90\2000. A chiudere questa edizione 2017 ci ha pensato Sfera Ebbasta accompagnato da Tedua, icone trap dei giorni nostri, supportati dalle crew romane Smash, Curtis Wolf, Slam Disco e Culture. Chiacchierando con il fondatore del festival Andrea Sibaldi, ci svela un segreto. Perchè questo nome GINNIKA? Le famose scarpe da ginnastica, lui ed i suoi amici da ragazzini, usavano chiamarle ginniche.

A noi si è unito anche Pasquale Iaconantonio, architetto ed allestitore del festival. Parlando con entrambi, non possiamo non notare tutto il lavoro e l'enorme passione che c'è dietro un progetto come Ginnika. Una sorta di dedizione e amore spasmodico verso questa cultura e questo modus vivendi che li ha portati alla realizzazione di ben quattro edizioni e tante altre in cantiere.
Roberta Gigliotti