Mar11122018

Ultimo aggiornamento05:40:35 PM

Back Sei qui: Home Fatti #Mercuriopiusicurezza, la nuova App della Polizia per il controllo del territorio

Fatti

#Mercuriopiusicurezza, la nuova App della Polizia per il controllo del territorio

Salvini-Mercurio

Presentata oggi alla stampa al Viminale. In sala anche il Ministro dell´Interno, Matteo Salvini, che ha potuto valutare direttamente l’app sul suo smartphone e il Capo della Polizia, Direttore Generale della Pubblica Sicurezza, Franco Gabrielli
 
“Essere poliziotti sempre” perché quella del poliziotto non è un mestiere ma una missione, nasce con questo intento la nuova App “Mercurio” presentata oggi nel Salone delle Conferenze del Viminale a Roma. L´applicazione, scaricata volontariamente sul cellulare, permette ai poliziotti, in qualsiasi momento e anche liberi dal servizio, di poter contattare la sala operativa per segnalare una situazione di pericolo in atto.
Presenti in sala il Ministro dell´Interno, Matteo Salvini, che ha potuto valutare direttamente l’app sul suo smartphone e il Capo della Polizia, Direttore Generale della Pubblica Sicurezza, Franco Gabrielli. La nuova app rappresenta un’innovazione del sistema di controllo del territorio e permetterà alla Polizia di Stato di amplificare l´azione di prevenzione e contrasto al crimine, moltiplicando le forze in campo.

Mercurio usa la geolocalizzazione e permette dunque l’immediata individuazione del poliziotto che lancia l’allarme. In sala operativa si aprirà automaticamente uno streaming audio dedicato e prioritario e, in base alla valutazione della situazione, potranno essere inviate sul posto a più presto tutte le forze a disposizione. Attraverso la app il poliziotto potrà condividere file audio, postare foto e video, con il linguaggio tipico dei social.

La sperimentazione ha dato già esito positivo in 11 province. L´estensione del sistema riguarda al momento  44 Questure con 1.500 poliziotti che hanno scaricato l´applicazione sul loro telefonino. Entro la fine dell´anno verrà coperto l´intero territorio nazionale, nel frattempo aumenteranno le funzionalità dell´applicazione, come il man down che, a tutela del poliziotto, permetterà alla sala operativa di capire se l´operatore è a terra.

Aumentano dunque le “sentinelle” della sicurezza sul territorio, un’iniziativa di contrasto che giunge in un momento delicato come quello estivo quando i criminali, approfittando dell’assenza per le vacanze, svaligiano gli appartamenti. Sul tema sono stati presentati i risultati dell'operazione ESTATE SICURA 2018, svolta il 2, 3 e 4 luglio scorso che ha interessato 20 città: Ancona, Aosta, Bari, Bergamo, Bologna, Brescia, Brindisi, Catania, Cosenza, Foggia, Lecce, Massa Carrara, Messina, Milano, Napoli, Pavia, Rovigo, Salerno, Treviso, Trieste. L’operazione verrà riproposta ogni quindici giorni coinvolgendo a scacchiera tutto il territorio nazionale.
Nel corso dell’operazione sono stati messi in campo 1.502 equipaggi, pari a 3.458 dipendenti, con i seguenti risultati:
Veicoli controllati 123.104
 - di cui con lettura targhe automatizzata 113.466
Persone controllate 16.795
 - di cui con precedenti di polizia 3.552
Persone arrestate 29
Persone denunciate 107
- di cui per reati contro il patrimonio 24
Veicoli sequestrati 117
Veicoli contravvenzionati 749
Stupefacenti sequestrati (in grammi) 9111
 
Guarda il video
 
 
Angela Francesca D’Atri
Foto di Valentina Di Felice