Gio20012022

Ultimo aggiornamento03:44:09 PM

News:

Back Sei qui: Home Roma IN PIAZZA DI SPAGNA I CENTO PITTORI per la ricorrenza dei cento anni dalla nascita di Novella

Roma e provincia

IN PIAZZA DI SPAGNA I CENTO PITTORI per la ricorrenza dei cento anni dalla nascita di Novella

piazza di spagna

Roma - L'associazione dei "Cento Pittori Via Margutta" omaggia la celebre Novella Parigini in occasione del Centenario della sua nascita con il prezioso supporto dell'archivio de "Il mondo dell'Arte". Il 26 novembre, alle ore 17,00 Il Presidente Luigi Salvatori ed il vicepresidente Antonio Servillo, con tutto il consiglio direttivo accoglieranno le autorità cittadine per l'inaugurazione, tra cui il presidente del municipio 1° centro storico Lorenza Bonaccorsi e la consigliera del municipio delegata Giulia Callini. Intanto ferve l'attesa per il concerto della fanfara della Legione Allievi Carabinieri di Roma previsto per domenica 28 novembre alle ore 15,30.

Inoltre all'inaugurazione sarà presente Elvino Echeoni, uno dei massimi esponenti dell'arte contemporanea italiana, pittore, scultore, incisore, restauratore, ma anche compositore e musicista, che ha esposto le sue opere in tutto il mondo. Elvino Echeoni, che intraprese con Novella Parigini un lungo sodalizio artistico a partire dalla fine degli anni '70, è sempre rimasto spiritualmente legato alla pittrice, della quale ora ne cura l'archivio.

Proprio su questa scalinata di Piazza di Spagna Novella Parigini esponeva i suoi quadri ispirati agli '50-'60, quelli della "Dolce Vita", di cui fu uno dei simboli, eleggendo Roma ed in particolare via Margutta, a palcoscenico delle sue vicende esistenziali ed artistiche.

Numerosi gli artisti provenienti da tutta Italia e oltre che da sempre appartengono alla storica associazione dei Cento Pittori Via Margutta, la famosa strada meta preferita degli artisti fin dal Rinascimento. Artisti da tutta Europa cominciarono ad acquistare qui case e ad allestire le proprie botteghe, soprattutto fiamminghi e olandesi, tanto da essere ribattezzato "quartiere degli stranieri". Dal 1606 vi abitò anche Pieter Paul Rubens, allora appena trentenne. La tradizionale mostra di Via Margutta è nata nel lontano autunno del 1953, nel pieno della "Dolce Vita" celebrata da Federico Fellini, per iniziativa spontanea di alcuni pittori che nell'immediato dopoguerra si riunirono e decisero di dar vita e colore ad una strada che da sempre era stata il rifugio naturale di pittori, scultori, poeti, musicisti ed artigiani. Nel 1970 nasce l'associazione Cento Pittori Via Margutta con lo scopo di tramandare questa tradizione e promuovere un dialogo cosciente tra l'artista ed il pubblico, e di sensibilizzare e catalizzare l'opinione pubblica nelle opere di artisti nella loro maturità professionale, senza però dimenticare di proporre e lanciare il talento di tanti giovani pittori, nella veste di Ospiti.