Lun15102018

Ultimo aggiornamento05:25:41 PM

Back Sei qui: Home Roma Topi in classe, chiusa a Roma l'Emanuela Loi

Roma e provincia

Topi in classe, chiusa a Roma l'Emanuela Loi

topi a scuola

 Troppi topi. Le mamme rispondono all'inerzia del municipio chiamando la forza pubblica.

"I bambini della scuola elementare e materna Emanuela Loi, in via della Pisana 357, resteranno a casa da questa mattina almeno fino a lunedì, dopo che i loro genitori hanno chiesto l'intervento dei Carabinieri a causa della presenza di topi. Solo dopo l'intervento degli uomini dell'Arma l'istituto e il municipio si sono decisi ad effettuare un intervento straordinario di derattizzazione, chiudendo la scuola "per urgente necessità – leggiamo dalla circolare 177/2014 - in materia di salute e sicurezza dei lavoratori e degli utenti"". Lo denunciano in una nota i consiglieri del Municipio XII Antonio Aumenta e Marco Giudici, rispettivamente capogruppo di Forza Italia e presidente della commissione trasparenza.

"La misura è colma - prosegue la nota -. Anche noi avevamo denunciato per tempo il problema dei topi, sulla base di testimonianze di alcuni bambini che durante l'ora di lezione li avevano avvistati in classe. Da oggi inizieremo a monitorare in modo rigoroso lo stato della scuola Loi e di molte altre scuole del municipio avviando un'indagine interna alla commissione trasparenza. Nei prossimi giorni effettueremo un sopralluogo per verificare il reale stato della plesso scolastico, devastato dal degrado, dalle infiltrazioni di acqua piovana e dalla presenza dei topi".

"Non possiamo tollerare una giunta del Municipio XII che temporeggia e un assessore capitolino, Alessandra Cattoi, troppo impegnato con il secondo incarico di coordinatore politico della giunta Marino. Oltretutto, solo pochi mesi fa, l'assessore dimostrava di non conoscere l'abc delle derattizzazioni, perché riteneva che fosse l'Ama a dover intervenire alla Emanuela Loi e nelle altre scuole, mentre in realtà è la multiservizi su indicazione del comune o del municipio, quindi anche dello stesso assessore Cattoi, che si sarebbero dovuti attivare e che saranno costretti ad intervenire in questi giorni. Non certo l'Ama, competente per pulire e derattizzare le strade e le piazze".