Ven14122018

Ultimo aggiornamento05:40:35 PM

Back Sei qui: Home Fatti Scoperto "comitato d'affari" per la ricostruzione dell'Aquila

Fatti

Scoperto "comitato d'affari" per la ricostruzione dell'Aquila

ricostruzione aquila

La Polizia di Stato e la Guardia di Finanza de L’Aquila stanno eseguendo nelle città di Chieti, Rieti e Roma 5 misure cautelari nei confronti di altrettanti soggetti ritenuti responsabili dei reati di corruzione, falsità ideologica, distruzione di atti, uso di atti falsi, turbativa d’asta, emissioni di fatture per operazioni inesistenti e millantato credito.
 
Le indagini, avviate nel 2012, hanno consentito di acquisire gravi elementi indiziari a carico dei componenti di un “comitato d’affari”, costituito da funzionari regionali, imprenditori e professionisti, finalizzato all’indebita acquisizione di lavori pubblici per ricostruire o restaurare luoghi di culto ed abitazioni danneggiati dopo il sisma dell’aprile 2009.
Tra i destinatari del provvedimento degli arresti domiciliari figura l’ex Vice Commissario per la Ricostruzione dell’Aquila.
 
Nel corso dell’operazione sono state eseguite anche 14 perquisizioni personali e locali, a carico di ulteriori soggetti, indagati, in stato di libertà, per i menzionati reati.