• Home
  • Fatti
  • Ambiente
  • Diritti
  • Cibo & Benessere
  • Cultura
  • Roma
  • Spettacolo
  • Viaggi
  • Torte & Salati
  • Poesia 2.0

Gio25072024

Ultimo aggiornamento03:11:43 PM

News:

Back Sei qui: Home Roma Stadio: Giunta Marino respinge le richieste del X Municipio

Roma e provincia

Stadio: Giunta Marino respinge le richieste del X Municipio

stadio cucunato

"La Giunta Capitolina ha respinto tutte le richieste di modifica avanzate dal municipio X,  sia nelle controdeduzioni sulla delibera e lo studio di fattibilità dello stadio della Roma a Tor di Valle, sia le osservazioni che erano state inviate in campidoglio dall'amministrazione locale di Ostia.

La Giunta, infatti, ha dato l'ok a solo tre richieste, una del municipio IX e due del municipio XI, mentre non ha tenuto conto di nessuna delle richieste fatte dal Municipio X, a dimostrazione che il peso politico, il ruolo e la capacità della classe politica di chi governa oggi il nostro territorio è nulla nei confronti di Roma e della Regione Lazio" questo è quanto ha dichiarato Piero Cucunato Vice Coordinatore di Forza Italia a Roma. Questo atto è l'ennesimo schiaffo verso il Consiglio del X Municipio, il suo Presidente e la sua Giunta considerati da Roma alla pari di amministratori di un condominio di un palazzo di periferia.

Tra le richieste, erano stati avanzati temi legati al miglioramento della mobilità e della viabilità per Ostia e i suo quartieri limitrofi, oltre alla tutela della sicurezza della via del mare. Siamo alle solite, aggiunge l'On. Cucunato, chi governa il nostro Municipio dimostra di essere sempre più inutile e poco funzionale per il territorio e i suoi cittadini. Gli esempi sono ormai tanti dal problema idrogeologico, ai fondi da destinare alle strade ed alle buche, a quelli che servono per le scuole e i servizi sociali,  azzerati o ridotti a briciole da parte della Giunta di Roma Capitale, non solo per una incapacità totale da parte di chi governa il nostro Municipio, ma sopratutto per il ruolo sempre più passivo del suo Presidente, messo da Roma all'ultimo posto nelle priorità della città ".