Mer27102021

Ultimo aggiornamento07:20:27 PM

Back Sei qui: Home Fatti Operazione blue night: ad Alessandria sequestrati 5 locali notturni

Fatti

Operazione blue night: ad Alessandria sequestrati 5 locali notturni

operazione blue night
La Polizia di Stato di Alessandria, in coordinamento col Servizio Centrale Operativo (SCO), ha eseguito numerose ordinanze di custodia cautelare e sequestri penali preventivi nei confronti di 5 locali notturni della zona.( leopard - dollar - queen's - black and white e Miami). A carico delle numerose persone destinatarie dei provvedimenti vengono contestati diverse fattispecie delittuose tra cui il reato di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, falsificazione di documenti validi per l’espatrio e favoreggiamento/sfruttamento della prostituzione.

Le indagini della Squadra Mobile di Alessandria hanno permesso di delineare un’associazione criminale in cui ognuno con mansioni e compiti propri, si adoperava reclutando e favorendo l’immigrazione clandestina di un numero indefinito di ragazze straniere prevalentemente non comunitarie e provenienti dall’est Europa.
 
Le giovani ragazze venivano impiegate all’interno di alcuni night ove veniva assicurato al loro ingresso in Italia un alloggio ed uno stipendio base di circa 80 euro.
 
In cambio, le ragazze venivano indotte al compimento di atti sessuali con clienti da consumarsi fuori del locale, per questo le stesse percepivano da costoro a titolo della prestazione sessuale offerta una somma di denaro che veniva consegnata ai membri del gruppo criminale.
 
A corredo di tale attività criminosa, i membri dell’associazione si adoperavano, ognuno con compiti e mansioni diverse, a spedire e consegnare passaporti con timbri d’entrata e d’uscita dal territorio Schengen sia contraffatti sia a ricavarne un illecito guadagno al fine di garantire una presenza costante sul territorio italiano simulando il loro ritorno in patria.
 
All’operazione hanno partecipato circa 90 uomini della locale questura e 30 uomini del Reparto Prevenzione Crimine di Torino nonché personale delle Squadre Mobili di Torino, Biella, Novara, Vercelli e Pavia.
Ulteriori dettagli saranno resi noti nel corso della conferenza stampa che si terrà alle 11 in Questura.